Trova un'auto

Il noleggio a lungo termine: una formula, grandi risparmi

Tra agevolazioni fiscali, detraibilità e deducibilità delle imposte, il risparmio del noleggio auto a lungo termine vince ogni paragone.

Il canone fisso mensile non è l’unica fonte di risparmio del noleggio a lungo termine. 
Scopri come approfittare delle agevolazioni fiscali sulle imposte dirette e indirette in base alla tua categoria professionale di appartenenza e al tipo di utilizzo dell’auto!

Imposte Dirette: IRPEF, IRES, IRAPImposte indirette: IVA
Categoria ProfessionaleVeicoli*ServiziVeicoli*Servizi
Esercente arte o professione
(per non più di un veicolo o di un veicolo per ciascun socio, nel caso di attività svolta in forma associata)
20%20%40% o 100% se dimostrato l’uso esclusivo aziendale40% o 100% se dimostrato l’uso esclusivo aziendal
Aziende: uso esclusivamente strumentale all’attività d’impresa o adibiti ad uso pubblico100%100%100%100%
Aziende: uso non esclusivamente strumentale all’attività d’impresa20%*20%40% o 100% se dimostrato l’uso esclusivo aziendale40% o 100% se dimostrato l’uso esclusivo aziendale
Aziende ed Esercenti arti o professioni: uso promiscuo a dipendenti per la maggior parte del periodo d’imposta100%100%40% (addebito in busta paga del benefit)
100% (addebito benefit con fattura soggetta a IVA)
40% (addebito in busta paga del benefit)
100% (addebito benefit con fattura soggetta a IVA)
Agente o rappresentante di commercio80%80%% su effettivo utilizzo% su effettivo utilizzo

*La percentuale di deducibilità delle imposte dirette sui veicoli è applicabile a costi di canone noleggio fino a € 3.615,20 con ragguaglio annuo per le categorie professionali “esercente arte o professione”, “aziende: uso non strumentale all’attività d’impresa”, mentre per la categoria “agente o rappresentante di commercio” la percentuale è applicabile a costi di canone noleggio fino a € 5.164,57 con ragguaglio annuo.

Le imposte sul noleggio auto a lungo termine

Come hai avuto modo di intuire dalla tabella delle agevolazioni, le auto in noleggio a lungo termine sono soggette e due tipologie di imposte:

  • imposte dirette come IRPEF, IRES E IRAP (art.164 del TUIR (DPR 917/86)
  • imposte indirette come IVA (art. 19-bis del DPR 633/72)

Queste imposte si applicano sia ai veicoli sia ai servizi correlati e secondo la normativa esistono dei casi in cui è possibile applicare la piena deducibilità (imposte dirette) e la piena detraibilità (imposte indirette).

La normativa prevede la piena deducibilità delle imposte dirette per i veicoli che:

  • non rientrano nella categoria autovetture, autocaravan, ciclomotori e motocicli e non inclusi nell’articolo 164 del TUIR. Rientrano in questa categoria autobus, autocarri, trattori stradali, autoveicoli per trasporti specifici o per usi speciali, autotreni, autoarticolati ed autosnodati, mezzi d’opera, etc.;
  • sono beni strumentali ad uso esclusivo dell’attività di impresa, senza i quali l’attività non può essere in alcun modo esercitata. Rientrano in questa categoria, ad esempio,
  • sono utilizzati da imprese di noleggio, scuola guida o onoranze funebri;
  • sono destinati ad uso pubblico, e riconosciuti da un atto della Pubblica Amministrazione, come ad esempio nel caso del servizio taxi.

La normativa prevede la piena detraibilità dell’IVA per i veicoli che:

  • non sono inclusi nell’art. 19-bis1 del DPR 633/72: riguarda i trattori agricoli o forestali, veicoli stradali a motore impiegati nel trasporto stradale di persone o beni, con peso anche superiore a 3.500 Kg e con numero massimo di posti a sedere superiore a otto, escludendo il conducente;
  • sono inclusi nell’art. 19-bis1 del DPR 633/72: riguarda i mezzi impiegati in modo esclusivo per lo svolgimento dell’impresa, dell’arte e della professione;
  • sono inclusi nell’art. 19-bis1 del DPR 633/72: riguarda i mezzi che rappresentano parte integrante dell’attività propria d’impresa;
  • sono inclusi nell’art. 19-bis1 del DPR 633/72: riguarda le vetture utilizzate da agenti e rappresentanti di commercio;
  • sono inclusi nell’art. 19-bis1 del DPR 633/72: riguarda le vetture fornite dall’azienda al dipendente in uso promiscuo, al quale è addebitato un costo almeno corrispondente al valore del fringe benefit;
  • sono utilizzati ad esclusivo uso aziendale come i mezzi appartenenti a detentori di licenza per lo svolgimento del servizio taxi (in riferimento ad un aggiornamento di legge del 2008 che ha aumentato la detrazione dell’IVA dal 40% al 100%). La difficoltà di dimostrare che la vettura sia impiegata in modo esclusivo ai fini dello svolgimento della professione, non rende di facile applicazione questa opzione.

DGA GROUP ITALIA TI CONSIGLIA

CERCA LA SOLUZIONE MIGLIORE PER LE TUE ESIGENZE